• Italian (IT)
  • English (UK)

Uno scambiatore fuoriscafo per risparmiare energia

Frutto di un impegno costante e costruttivo volto al continuo miglioramento della serie produttiva, è la soluzione ottimale che permette l'installazione del compressore in qualsiasi ambiente, anche completamente chiuso e senza ricambio d'aria.
Il problema maggiore della refrigerazione marina è adottare un sistema di raffreddamento soddisfacente a contenuto dispendio energetico.
A parità di potere refrigerante, l'utilizzo di una piastra-scambiatore di calore permette addirittura una riduzione del 25% del consumo elettrico.
Tale sistema offre due vantaggi notevoli:
1) La particolarità del suo disegn idrodinamico non oppone alcuna resistenza al moto, così da non interferire nella navigazione. Inoltre, avendo una forma arrotondata, non offre appigli a eventuali oggetti dispersi in mare.
2) In quanto esterno alla carena, l'acqua calda, che in base al principio termodinamico tende a salire, può liberamente circolare e defluire verso l'alto permettendo in tal modo un continuo ricambio, facilitato anche dalla porosità del sinterizzato: l'acqua calda compie un percorso di risalita e l'acqua fredda si sostituisce ad essa attorno allo scambiatore in continuazione, così da garantire una resa maggiore del gruppo  refrigerante, anche con imbarcazione ferma e in acque tropicali.